Iridologia, un esempio pratico: una Case History

SCHEDA ANAMNESI IRIDOLOGICA:

Soggetto maschio, 66 anni

20anni fa ha sofferto di pleuropericardite con profilassi ospedaliera e farmacologica di circa 3 mesi.

8anni fa, carcinoma rene destro, asportato chirurgicamente. Seguono controllo periodici di routine.

Familiaritá: ipertensione, carcinoma al colon e ipercolesterolemia.

COSTITUZIONE:

Mista: Iride di base Chiara con eterocromia centrale marrone. I problemi riconducibili a questa tipologia di iride sono solitamente scarsa produzione di bile, scarsa produzione di succo pancreatico, scarsa produzione di bicarbonato e ipertrofia della flora batterica. Sono queste tutte problematiche che, come ben si intuisce, causano cattiva digestione, fermentazione del cibo che rimane più a lungo nello stomaco, produzione di gas intestinali e alterata produzione da parte della flora batterica intestinale delle vitamine del gruppo B (causa di astenie) e vitamina K (causa di emorragie). Può essere efficace l’assunzione di tarassaco, carciofo e bicarbonato. I soggetti con costituzione iridologica mista dovrebbero seguire una monodieta, introdurre enzimi digestivi e semi di papaia nell’alimentazione. Evitare inoltre I latticini e i lieviti.

Il soggetto conferma problematiche digestive e soprattutto di avere spesso la “pancia gonfia”.

DISPOSIZIONE:

Tubercolinica: La caratteristica iridologica è la presenza di fibre ondulate, disposte in modo ordinato, dette a “capelli pettinati”. Questo segno ci fornisce informazioni su tre piani : fisico, psico-emotivo ed energetico. Sul piano fisico sono individui che hanno il sistema di disintossicazione legato al fegato e all’apparato respiratorio funzionalmente deboli. Vengono anche definiti ossigenoidi, per il grande bisogno che hanno di aria pura, di ossigeno. Sul piano energetico in questi soggetti è carente l’energia di riserva, cioè quella quota di energia che permette di sostenere uno sforzo prolungato. Non mancano quindi di energia prontamente disponibile, ma di resistenza nel tempo. Sul piano psico-emotivo è caratteristica la triade: l’insoddisfazione, la ricerca e l’estetica. Da un punto di vista  comportamentale il tubercolinico  non è mai contento, ricerca sempre nuove emozioni, nuove sensazioni, nuove conoscenze, nuovi ambienti.  I capelli pettinati ci indicano quindi, una persona che ama l’estetica, il bello, la musica, la pittura e non si interessa molto del  modo di vivere, di nutrirsi,  di vestire. Da evidenziare pertanto che tale termine, da un punto di vista iridologico, non ha nulla a che vedere con la malattia della tubercolosi.

Il soggetto si ritrova molto nella descrizione.

DIATESI:

Discrasica (fegato): alcune pigmentazioni sparse su entrambe le iridi, di color marrone (alcune più scure di alter) ci confermano problematiche legate alla funzionalitá del fegato con manifestazioni d’intossicazione e difficoltá metaboliche.

Si rinnova il suggerimento di una profonda depurazione e particolare attenzone ai cibi amici e nemici del fegato nell’alimentazione quotidiana.

OPI Orlo Pupillare Interno:

quantita' di yin: il soggetto doveva avere un buon potenziale d’energia in etá giovanile/adulta si notano dei residui di un orlo pupillare piuttosto spesso in zona temporale dell’iride destra (dale 9 alle 3). Il soggetto conferma e conferma di non aver più da qualche tempo molta energia di riserva. Ectropion Uvae ore 10 pupilla destra che segnala una tendenza a manifestazioni dell’umore, insomnia e indicazioni distruttive del carattere.

qualita' di yang: ho notato la presenza di hippus (la pupilla si contrae e rilassa come se stesse pulsando) mentre rilevavo l’immagine. Hippus non marcatissimo ma che si indica comunque un buon utilizzo del potenziale di energia.

 OPE Orlo Pupillare Esterno :

Appiattimenti: iride sinistra appiattimento in zona lombare, iride destra appiattimento in zona dorsale. Il soggetto conferma dolori e problematiche alla schiena esattamente in corrispondenza delle zone segnalate.

Sempre in zona lombare si nota la presenza di segni, tacchette piu scure che segnalano solitamente la tendenza ad un’irridigimento, poca fluiditá tra i dischi vertebrali. Anche questa problematica confermata dal soggetto.

CORONA:

Anello dello stomaco non presente, infatti il soggetto conferma di non soffrire di aciditá o gastrite (anzi, al contrario qualche problema digestive)

Intestino muto. Corona non visibile chiaramente.

 GHIANDOLE:

Ipofisi/ipotalamo/epifisi: solco radiale, in entrambe le iridi (più marcato nell’iride destra ) in corrispondenza con queste ghiandole.

Coda del pancreas: lacuna nell’iride sinistral ad ore 4 in corrispondenza del pancreas. Verrá prestata una particolare attenzione all’indice glicemico nella fase dei consigli alimentari.

Surrenali: un leggero solco ad ore 6 in entrambe le iridi pone la nostra attenzione sulle surrenali. Il soggetto conferma un esposizione prolungata a periodi di forte stress lavorativo, prima di rimanere in pensione.

Segni presenti ma non molto evidenti anche ad ore 7 in entrambe le iridi. In corrispondenza zona testicoli. Il soggetto preferisce non rispondere riguardo un’eventuale andropausa.

PATOGRAFIA:

Anelli diffusi in entrambe le iridi che ci indicano una carenza di Magnesio e facile dispersione di minerali

Pigmentazione scura, iride sinistra, ore 2 in corrispondenza di occhio/attivitá cerebrali. Il soggetto ha familiaritá con glaucoma ed ipertensione, si raccomanda quindi una dieta particolarmenteai cibi amici e nemici di fegato e colesterolo. Consiglio fitoterapico: Ginko Biloba, dall’azione anticoagulante ed antiossidante, supporta in particular modo le funzioni cerebrali.

Pigmentazione di ben visibile, color marrone, forma irregolare, sull’iride destra ad ore 7, in corrispondenza del fegato.

Altre due pigmentazioni, di piccolo dimensione, color marrone molto scuro, sull’iride sinistral alle ore 8 e 8:30. Sempre in corrispondenza di fegato e fegato/pancreas. A questo punto il soggetto mi confessa di esser stato recentemente diagnosticato con steatosi del fegato.

 ANELLO DELLA PELLE

Presenza di un anello scuro, non uniforme attorno ad entrambe le iridi che potrebbe indicare problematiche demratologiche di carattere umido. Il soggetto conferma di aver sofferto si rosacea in gioventù e di dermatosi, di carattere molto pruriginoso, durante buona parte della sua vita lavorativa. Causa intepretata: stress lavorativo.

SCLERA

Vasi gromerulari, diffusi in diversi punti di entrambe gli occhi. Di solito vanno ad indicarci patologie renali. In questo caso giá confermate inizialmente dal soggetto: carcinoma parziale al rene destro, asportato chirurgicamente

Vaso tangenziale in zona fegato di entrambe le iridi, piu marcatamente nella destra. I vasi tangenziali di solito vanno ad indicare una patologia cronica.

SCHEDA IRIDOLOGIA ENERGETICA:

Tutti i segnali ci rimandano chiaramente ad una forte predominanza della loggia fegato.

Chiedo al soggetto se ha o ha avuto episodi di rabbia. Diversi aspetti della risposta confermano non solo un’accumulo di rabbia inespressa ma anche degli episodi di collera improvvisa ed incontrollabile. Si tratta di una persona che ha investito moltissimo nella sua vita nella propria affermazione professionale e dedicato la sua vita al sacrificio professionale.

Il controbilanciamento di questo squlibrio di asse polmone/fegato richiederebbe un lavoro interiore, dedicare spazio ed energie a se stesso, ai propri interessi e soprattutto alla meditazione e ricercar interiore. I soggetto non si ritrova molto nelle pratiche meditative, concorda di star bene quando si dedica alla lettura e studio dei suoi argomenti preferiti.

 

DIETA:

Al risveglio pratica giá da qualche tempo la sana abitudine di: acqua tiepida con succo di mezzo limone.

Colazione: un frutto, 3 noci, 2 biscotti, un caffe

Pranzo: insalata o verdure, ogni tanto pasta, ogni tanto qualche avanzo della cena precedente o formaggi. Chiude sempre il pasto con frutto. Un caffe.

Cena: Minestrone o passato con pasta o legume, a volte un secondo di carne o pesce. Chiude sempre il pasto con frutto

Non mangia mai fuori pasto.

Beve un litro di acqua al giorno

Beve ogni sera 3 bicchieri di vino a cena e saltuariamente anche a pranzo. La sensazione é che la quantitá dichiarata venga superata ad ogni occasione che giustifichi il consumo di vino.

Si scarica non regolarmente, prevalentemente su base quotidiana, difficoltosa e spesso sensazione di non aver evacuato in modo complete.

Buon livello di attivitá fisica: ginnastica, bicicletta, pilates su basi regolari.

Sonno indisturbato ad orari regolari, 8 ore per note.

 

TRATTAMENTO NATURPATICO

Il soggetto giá utilizza Armolipid Plus per il colesterolo.

Consiglio di integrare con Curcumin C3 Complex, 2 compresse prima dei 2 pasti principali.

Magnesio Supremo, una bustina ogni sera.

 

Consigli alimentari:

La dieta ha una base giá  abbastanza equilibrata.

Gradisce molto l’abitudine del frutto a colazione e sostengo quest asana abitudine.

Vengono invece eliminate i frutti dopo pasto, che causano gonfiore e gas a livello intestinale. Il soggetto prende coscenza sull’abitudine di aver bisogno del frutto per l’abitudine di voler chiudere il pasto con qualcosa di dolce. Decidiamo di adottare come strategia il consume di 2/3 mandorle/noci/nocciole. Masticate a lungo.

Propongo una variazione proteica nell arco della settimana: 4 volte legume, 1 volta uova, 2/3 volte pesce (soprattutto azzurro: sarde, sardine, merluzzo, aringhe), 1 volta carne (esclusivamente di origine biologica e cucinata in modo leggero)

Consiglio di prediligere le verdure amare, amiche del fegato: cicoria, catalogna, radicchio, carciofi, tarassaco.

Consiglio di condire la propria insalata con olio, sale e limone.

Consumare un cucchiaino di aceto di mele con mezzo bicchier d’acqua per favorire la digestione, soprattutto dei grassi.

Il divieto assoluto riguarda il vino. In questa fase eliminatoria concessi un paio di bicchieri nel fine settimana.

Da rivedere entro 3 settimane, per considerare un Detox completo di 10gg.